Tema: Il turismo
Tip: La via ferrata Peter Kofler lungo la parete Stafflacher Wand
Lo sviluppo del turismo
Grazie alla posizione privilegiata sulla strada tra la Germania e Italia, l’Alta Valle Isarco si è da sempre adattata alle esigenze dei viaggiatori. Fino al 1800 si trattava soprattutto di viaggiatori di formazione (nobili, persone ricche e di riguardo) a varcare il Brennero per raggiungere l’Italia.

Villeggiatura estiva e alpinismo
Con l’inaugurazione della ferrovia del Brennero nel 1867 il paese di Steinach si trasformò in una fiorente località termale con alberghi moderni e lussuosi per quel tempo. Verso la metà del XIX° secolo il turismo si trasformò e si cominciò a parlare di vero e proprio “turismo estivo”. I cittadini benestanti iniziarono a trascorrere le vacanze estive in campagna e in montagna per almeno tre settimane per rigenerarsi nella natura. Oltre alla cosiddetta “villeggiatura estiva” prese piede anche l’alpinismo, che divenne così la seconda colonna turistica della regione. L’entusiasmo per la montagna esplosa nel XIX° secolo fece arrivare i primi ospiti sulle vette delle montagne e nelle valli laterali. In questo periodo si collocano le prime ascensioni delle Alpi dello Zillertal da parte di Olperer, Schrammacher e Fußstein.

La tassa di 1000 marchi

All’inizio del 1930 lo sviluppo turistico si fermò improvvisamente. Il governo nazionalsocialista in Germania emise un decreto in base al quale ogni tedesco che desiderasse partire per l'Austria doveva pagare una tassa di 1.000 Reichsmark. Questa restrizione bloccò il flusso di turisti provenienti dalla Germania.

Lo sviluppo turistico
Grazie alla crescente prosperità dopo la seconda guerra mondiale, il traffico lungo la strada del Brennero aumentò notevolmente e le località adiacenti si trasformarono in luoghi molto vivaci. Gli ospiti che desideravano raggiungere l’Italia amavano sostare al Brennero, e gli esercizi iniziarono a vivere di turismo di passaggio. Con la costruzione dell’autostrada del Brennero nel 1973 la situazione cambiò e il numero di ospiti pernottanti diminuì. Da allora il turismo è cambiato, e oggi le potenzialità della zona risiedono soprattutto nel paesaggio naturale ancora intatto delle valli laterali.
Contatto
Familie Huter
6150 Steinach am Brenner