Tema: Il contrabbando
Tip: Escursione sulle vie dei contrabbandieri in montagna
Il contrabbando sulle montagne del Brennero
Quando nel 1919, alla fine della prima guerra mondiale, venne tracciata la linea di confine in prossimità della cresta di confine delle Alpi, i controlli sul Brennero si intensificarono rendendo molto difficili i contatti tra nord e sud. Dal 1930 sul crinale di confine a sud del Brennero fino a quota 2.100 m venne costruita una linea di fortificazione con caserme, strutture più piccole e strade militari. Queste strutture hanno resistito fino ai giorni nostri. Proprio in questo periodo cominciò a fiorire il contrabbando.

Il contrabbando nel 1950
Il fenomeno del contrabbando è molto presente nelle zone di confine. I contadini conoscono infatti le montagne molto meglio dei doganieri. Nella zona del Brennero si faceva contrabbando soprattutto di generi alimentari e vino verso l’Austria, e di tabacco, cartine da sigarette, pietre focaie, dolcificanti, sale, pellicce, bovini e pecore verso l’Italia. I contrabbandieri erano spesso aitanti e forzuti figli di contadini che guadagnavano poco lavorando sul maso. Oltrepassando il confine con la merce di contrabbando si guadagnava infatti l'equivalente di 3 paghe mensili sul maso. Con gli zaini oppure le gerle in spalla (pesanti dai 20 ai 30 kg) camminavano per fino a 7 ore tra le montagne. Il contrabbando veniva fatto di notte. Alle cinque di mattina al massimo si doveva essere di ritorno al maso. Ovunque c’erano pericoli: in malga si trovavano i doganieri, in montagna i crepacci e dirupi. Molti contrabbandieri trovarono la morte proprio cercando di varcare il confine, oppure vennero arrestati.

Il contrabbando nel 1980
Il 5 e il 20 di ogni mese molti abitanti di Innsbruck e dintorni venivano in treno oppure in macchina a fare acquisti al mercato del Brennero. Molto spesso le stecche di sigarette venivano nascoste nei pantaloni dei bambini e le bottiglie di vino tra i sedili della macchina oppure del treno. Un’impresa che metteva paura ogni volta, ma che andava quasi sempre a buon fine.

Contatto
Alois Nagele
6156 Gries am Brenner