Tema: La ferrovia del Brennero e l’alpinismo
Tip: L’info point del tunnel di base del Brennero vi informa sui piani futuri.
Ferrovia del Brennero - un viaggio attraverso il tempo
Percorrere il Passo del Brennero prima della costruzione della ferrovia è sempre stata un'impresa lunga ed estenuante. Dal 1867 tuttavia, di tutte queste difficoltà rimase solamente più il ricordo: le sibilanti locomotive a vapore iniziarono a percorrere l’Alta Valle Isarco, e varcare il passo del Brennero divenne più facile. Per costruire i 127 km del percorso da Innsbruck a Bolzano furono necessari solo tre anni e mezzo di lavoro.

Un capolavoro d'ingegneria
Il responsabile del progetto e della realizzazione era l’ingegnere Karl von Etzel. La costruzione dell'allora più ripida ferrovia di montagna del mondo fu una sfida enorme. Lungo i 125 km di percorso sono stati costruiti 13 ponti, 22 tunnel e numerose gallerie. Per la prima volta vennero eretti i cosiddetti "tunnel elicoidali", cioè delle gallerie curve. Oltre al brillante lavoro di ingegneria non bisogna dimenticare il lavoro di migliaia di lavoratori di cui non si consce il nome. A volte venivano impiegate fino a 20.000 persone che, con modesti mezzi di lavoro (piccozze, pale, argani e pulegge), lavoravano nelle condizioni più avverse. 223 di loro morirono fatalmente durante il periodo di costruzione.

Nessuna cerimonia d’inaugurazione
Il 24 agosto 1867 la linea ferroviaria venne inaugurata con la prima locomotiva a vapore (tender a 3 assi, 38,3 tonnellate di peso e una velocità di 45 km/ora). Il "Bothe von Tirol", il giornale d’allora, commentò l’evento con appena 8 righe che non erano nemmeno dedicate alla nuova ferrovia, bensì all’ultimo viaggio della carrozza postale attraverso il Brennero. La ferrovia del Brennero è l’unica grande linea ferroviaria che non è mai stata inaugurata ufficialmente a causa di un lutto nella famiglia degli Asburgo.

Ulteriori sviluppi
Il percorso a binario unico venne raddoppiato nel 1908, ed elettrificato 20 anni dopo. Durante la seconda guerra mondiale la linea ferroviaria era molto trafficata e vedeva il passaggio di 288 convogli al giorno. In questo periodo era spesso anche oggetto di bombardamenti.
Già più di 50 anni fa venne presa in considerazione la costruzione di una “ferrovia piana” attraverso le montagne. Attualmente è in fase d’attuazione il megaprogetto del "Tunnel di base del Brennero", che dovrebbe essere completato entro il 2026.
Contatto
Florian Obojes
6143 Matrei am Brenner